Traslochi, da Roma Eur a Ostia quanto costa

Richiedi un preventivo per un trasloco, manda una mail a: info@traslochiromainfo.com Oppure riempi il Form

Oggi vogliamo documentare un trasloco effettuato da noi la scorsa settimana da Roma Eur a Ostia, quartiere sul mare del litorale romano. Per motivi di privacy ometteremo nome e indirizzo delle case.

Il nostro cliente aveva deciso di cambiare casa ed il trasloco che si doveva effettuare era di un appartamento completamente arredato che occupava circa 90 metri quadri. Ci era stato richiesto di smontare la cucina, di buon valore, e di rimontarla nella casa di destinazone ad Ostia.

Abbiamo quindi dovuto traslocare:
-1 armadio a 6 ante di 3 metri per 3 di 60 cm di profondità (già smontato)
-1 divano da 2,5 metri di lunghezza
-1 tavolo da 2 metri per 80 cm di lunghezza con 4 sedie
-2 scrivanie con 2 poltroncine da studio
-1 letto matrimoniale con spalliera, comprensivo di materasso
-1 mobiletto da bagno
-2 librerie Billy Ikea già smontate
-2 vetrinette da 2 metri di altezza
-1 mobile Ikea Besta Larghezza: 240 cm e altezza 192 cm
-15 scatoloni grandi circa 60x60x60cm contenenti oggetti personali, libri, cd ecc
-suppellettili vari

Per il trasloco ci siamo serviti di una piattaforma aerea parcheggiata sul marciapiede collegata con il terrazzo della casa sita al terzo piano. In questi casi c’è una tassa da pagare, quella di occupazione suolo pubblico, poco male perchè la casa di Roma Eur aveva l’androne delle scale molto stretto e l’ascensore piccolissimo, i nostri traslocatori avrebbero fatto molta fatica nel trasporto dei pezzi più grandi.

La parte più “difficile” è stata lo smontaggio della cucina. I piani erano in marmo, abbiamo impiegato circa 1 ora e mezzo con una squadra di 2 uomini per smontare ed imballare sul camion. Tutto liscio per gli altri mobili e nella prima mattinata abbiamo terminato il carico dalla casa di Roma Eur e siamo partiti alla volta di Ostia (distanza circa 20 chilometri).

Nella nuova casa, un primo piano rialzato senza ascensore, abbiamo iniziato dalla cucina. Per il montaggio ci ha aiutato un idraulico ed un elettricista che hanno effettuato rispettivamente gli allacci di acqua e gas per il lavandino e piano cottura e di quelli elettrici. Piano piano abbiamo scaricato tutto il mobilio e lo abbiamo sistemato nelle varie stanze. Non ci è stato chiesto il montaggio finale per cui il trasloco è terminato qui.

Costo finale del trasloco è stato di 700 euro iva inclusa e l’omaggio della rottamazione in discarica di una lavatrice e due reti per letto matrimoniale.

Traslochi internazionali Roma, consigli e prezzi

I traslochi internazionali o intercontinentali che si effettuano da e per Roma si dividono in tre grandi categorie: quelli che avvengono via terra, di solito in Europa o zone limitrofe, quelli marittimi oppure i traslochi che necessitano dell’aereo. I primi ovviamente sono i piu’ economici. Il costo maggiore sul prezzo finale è influenzato dalla lunghezza del viaggio, in quanto tempo si riesce ad effettuarlo e per quanti giorni i traslocatori devono essere “fuori casa”.  I camion in Europa possono andare dappertutto ed il trasporto su gomma può raggiungere anche il medio oriente.

Come riuscire a risparmiare sui traslochi internazionali da Roma:
se siete flessibili, se non avete una data precisa ed esatta in cui volete realizzare il trasferimento possiamo confrontare le vostre esigenze con quelle dei nostri traslocatori. Controlliamo il loro calendario, i traslochi già programmati ed incrociamo i dati. E’ molto probabile che si riesca ad ottimizzare un trasloco aggregandolo ad un altro oppure sfruttando il fatto che se ne debba fare uno nelle vicinanze. Oppure se un nostro traslocatore va ad esempio vuoto a Parigi può immagazzinare i vostri mobili se dovete traslocare in nord Europa o nelle vicinanze della Francia o Germania-Svizzera e viceversa se dovete traslocare da una città estera a Roma.
I traslocatori sono dotati di Gps che segnala la loro posizione in tempo reale, in caso arrivi una richiesta di preventivo trasloco possiamo sfruttare la vicinanza di un camion che magari si trovi vicino la città che vi interessa.

Traslochi internazionali marittimi da e per Roma:
in questo caso deve essere affittato un container, la grandezza del quale dipende dalla quantità di mobili ed oggetti personali che dovete traslocare. Potrebbe bastare anche un container da 20 piedi. Il prezzo di un trasloco marittimo è molto variabile: dipende soprattutto dalla distanza di destinazione. In Sud America ha un costo in Africa o Asia est un altro, nel prezzo finale è compresa comunque l’assicurazione e le pratiche doganali.

Traslochi aerei:
di solito si preferisce fare un trasloco marittimo dato che via aerea il prezzo è piu’ alto. Il trasloco aereo è utile quando si ha molta fretta e si ha premura di far arrivare i propri oggetti e mobili personali nel minor tempo possibile.

Cliccate qui per un preventivo trasloco internazionale Roma.

Traslochi Roma preventivi, attenzione agli abusivi

A Roma c’è l’imbarazzo della scelta se vogliamo chiedere preventivi per i traslochi. Le ditte che offrono servizi del genere ce ne sono a bizeffe e la competitività è altissima. Improvvisarsi traslocatore è facile. Basta avere un camion, piccolo o grande a volte non importa, braccia robuste per il facchinaggio, meglio se stranieri sottopagati al nero, ed il gioco è fatto. Il cliente ottiene un preventivo trasloco sulla piazza di Roma scontatissimo ed il traslocatore incassa.

Attenzione però perchè la professionalità che potremo trovare sarà quella che sarà. Chi improvvisa si vede, anzi si farà notare successivamente, quando i mobili magari arriveranno scheggiati e scorticati perchè non stivati correttamente nel mezzo di trasporto. Oppure se andrà “accidentalmente” smarrito qualche oggetto prezioso che vi appartiene, senza contare il rischio che correrete in caso di controlli delle forze dell’ ordine.

Una ditta “seria” che effettua traslochi a Roma deve essere iscritta all’ albo dei traslocatori. Deve fare sottoscrivere un contratto e deve fornire un’ assicurazione al cliente sulla merce che trasporta, altrimenti in caso di furto non potrete reclamare nulla.
Meglio ancora se ha la certificazione Iso 9000 di qualità e 8000 sull’eticità del lavoro. Cose che lì per lì non mettiamo in conto quando chiediamo un preventivo per un trasloco ma ragioniamo su questo fatto:
Il decreto legislativo numero 286 del 21 Novembre 2005 nell’ articolo 7 paragrafo 2 recita quanto segue “ nei confronti dei soggetti che esercitano abusivamente l’attività di autotrasporto… procedono al sequestro della merce trasportata, ai sensi dell’articolo 19 della legge 24 novembre 1981, n. 689, e successive modificazioni“. Qui c’è il link al decreto legge. In pratica chi si affida ad un traslocatore abusivo, in caso di controllo, rischia il sequestro della merce, ovvero dei vostri mobili.

I traslocatori improvvisati si riconoscono, sono quelli che generalmente non fanno accordi scritti, propongono costi molto bassi, offrono poca professionalità e pochissimi materiali per gli imballaggi, se c’è un danno diventa difficile se non addirittura impossibile farsi risarcire poiché non interviene nessuna compagnia assicurativa.

Avete capito l’importanza della professionalità in un trasloco? Noi proponiamo solo preventivi di aziende in regola, iscritte all’ albo e con tutte le certificazioni di qualità, oltre che dotate di esperienza e professionalità. Provate a chiederci un preventivo trasloco a Roma, la qualità non sempre costa cara.

Traslochi opere d’arte in Italia e nel mondo, siamo i migliori

Un’opera d’arte rappresenta qualcosa di unico, prezioso, raro, è per questo che necessita di un trasloco precisissimo, delicato, fatto su misura e personalizzato. Non si può pensare di imballare un oggetto prezioso come una scultura, un dipinto, un pianoforte oppure un reperto antico semplicemente impacchettandolo su un camion e poi partire con cautela, c’è bisogno di altro.

Quello che noi offriamo sono gps che seguono e localizzino il reperto 24 ore su 24, furgoni e camion per il trasloco di opere d’arte con sospensioni pneumatiche tarate ad hoc, operatori specializzati nel settore movimentazione ed imballaggio di reperti, una propria falegnameria per la costruzione di qualsiasi tipologia di casse per il trasporto delle opere, attrezzature particolari per movimentazione sculture di grandi dimensioni, servizio import/export con agenti specializzati arte in tutto il mondo, pratiche Belle Arti per il trasporto e la movimentazione, servizio per accompagnatori opere e servizio scorte.

Questi sono i strumenti che utilizziamo per andare ad operare con la massima scrupolosità. C’è bisogno di tutta l’attenzione possibile quando si tratta di qualcosa di grande valore economico, affettivo e culturale.

Un trasloco d’opera d’arte che abbiamo effettuato e a cui teniamo particolarmente è “The Awakening – il risveglio” di uno dei piu’ grandi artisti contemporanei John Seward Johnson II che ha all’ attivo la produzione di più di 350 bronzi  presenti in collezioni private e musei in tutti gli Stati Uniti, in Canada, in Europa e in Asia. Si tratta di una scultura imponente in alluminio. I cinque elementi che caratterizzano la scultura sono da una parte del gigante l’estremità-espressiva e la sua faccia con la barba arricciata, un lungo braccio, che dall’altra raggiungono una mano, un ginocchio e il suo enorme piede. Il resto della scultura del corpo è invisibile e sembra essere sommersa sotto il pavimento.

Il trasporto della mega scultura è stato effettuato a Siracusa in piazza Duomo in occasione del G8 e a Roma sotto l’obelisco dell’ Eur. Le foto del trasloco dell’ opera d’arte di John Seward Johnson vi danno l’idea della cura e passione con cui realizziamo i nostri lavori. Clicca qui per un preventivo trasloco opere d’arte in tutta Italia e nel mondo.

Facchinaggio a Roma, prezzi e consigli

facchinaggio romaSe vogliamo risparmiare sul trasloco e abbiamo intenzione di ricevere un servizio più “semplice” e leggero possiamo ricorrere al facchinaggio. A Roma le aziende che dispongono di personale qualificato dedicato ai servizi di trasporto, imballaggio e carico e scarico sono numerose. Con questo articolo vogliamo far luce sui prezzi praticati dando qualche consiglio per muoversi nella giusta direzione, anche per risparmiare , perchè no, qualcosa.

Il trasloco, come abbiamo più volte specificato, rappresenta un momento delicato nella vita di ognuno di noi. Si traslocano da una casa all’ altra non solo utensili di uso quotidiano, ma anche mobili ed oggetti a noi cari, ricordi preziosi per la nostra famiglia. C’è quindi bisogno di professionalità nei servizi di facchinaggio, specialmente a Roma, città che offre tantissimi “professionisti” che improvvisano questo lavoro. Non basta quindi affidarsi a ragazzotti robusti, ma che non sanno nulla del giusto imballaggio delle cose.

L’imballaggio per un trasloco deve essere fatto innanzitutto con buoni materiali avvolgenti, tipo i famosi pluriball (è quello con le palline di plastica che scoppiano). Ci sono anche i materiali scadenti, ma poi creano danni in fase di trasporto, attenzione, perchè il mobilio è molte volte prezioso e se viene a contatto con altri oggetti rischia di graffiarsi, scheggiarsi. Se non è stato fatto il giusto imballo i mobili si rovinano. Stessa storia per la fase di stivaggio nei camion o furgoni. E’ un incastro preciso. I mobili e gli scatoli devono essere trattenuti e bloccati. Una specie di Tetris realizzato da chi è competente in materia.

I prezzi del facchinaggio a Roma:
Generalmente un facchino professionista costa  tra i 13 ai 17 euro l’ora + Iva che lavorerà al massimo le canoniche 8 ore al giorno. Ovviamente il prezzo diminuisce se la prestazione richiesta è per l’intera giornata o per più giorni. A questi costi devono essere aggiunti quelli del noleggio furgone. Dipende dalle vostre necessità: si va dal classico “Daily” guidabile con una normale patente B, che costa intorno alle 100/150 euro al giorno (a volte nel prezzo del noleggio è incluso ,spendendo un po’ di più, un guidatore-facchino) fino ad arrivare ai grandi furgoni che possono trasportare fino a 35 quintali.

I facchini specializzati sanno fare il loro mestiere. Quindi il montaggio e lo smontaggio dei mobili, il perfetto imballaggio (su richiesta vengono forniti scatoloni speciali) della cucina anche se per gli eventuali allacci idraulici elettrici ci sarà bisogno di idraulico ed elettricista, costo approssimativo di circa 15-18 euro l’ora + Iva.

Per qualsiasi richiesta, per consigli cliccate qui per un preventivo di facchinaggio a Roma.

Trasloco economico a Roma, come effettuarlo

trasloco economicoIl caro vita nella capitale si fa sempre più sentire, soprattutto nel settore immobiliare. Affitti e prezzi degli appartamenti alle stelle non fanno che peggiorare la situazione pecuniaria dei suoi abitanti, per questo a Roma effettuare un trasloco che sia economico allieva almeno gli sforzi fatti per acquistare una casa.

Il consiglio per risparmiare in un trasloco è quello di fare per quanto possibile da soli o con un aiuto di amici o parenti. Limitatamente alle proprie disponibilità di tempo, l’imballaggio degli oggetti che si dovranno trasferire in un’altra casa non presenta particolari difficoltà, anzi. Bisogna procurarsi scatoloni per l’imballaggio, quello sì. Vanno bene quelli dei supermercati. Ricordiamo di scrivere sopra ogni scatolone il contenuto e di riporre ovviamente le cose più fragili sopra.

Sono consigli che per qualcuno appaiono scontati ma non lo sono. Perchè un conto è chiedere un preventivo che prevede l’imballaggio totale e lo “sballaggio” di tutta casa, altro è invece soltanto il trasferimento di tutti i nostri oggetti già smontati e impacchettati. Un trasloco economico, di quelli low cost passa anche per questo ovvero a limitare il tempo che i facchini dovranno impiegare per fare tutto il lavoro. Meno ci impiegheranno e più risparmieremo.

Dove ovviamente non potremo fare da soli ci affideremo ai professionisti. E’ il caso dello smontaggio di mobili che richiedono un’ abilità particolare e anche una forza fisica non indifferente. Pensiamo alla cucina, o a grandi armadi. In questo caso non si potrà fare a meno dell’esperienza del traslocatore, che ovviamente si paga.

Quindi per l’economicità del nostro trasloco a Roma i consigli sono: imballiamo il più possibile da soli, trasportiamo anche il più possibile da soli, e se siamo in vena, aiutiamo i facchini al momento del trasloco. Non solo li motiveremo di più, ma faremo risparmiare loro tempo nell’ esecuzione del lavoro e come si sa, il tempo è denaro, in questo caso risparmiato per noi.

L’inefficienza della logistica e dei trasporti in Italia costa 40 miliardi

Essere inefficienti nel campo della logistica e dei trasporti costa complessivamente 40 miliardi di euro in Italia. A dirlo è il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Bartolomeo Giachino, in vista del primo confronto, in programma il 28 luglio 2010 a Roma presso l’auditorium della Cisl, della Consulta dell’autotrasporto con i presidenti delle regioni, gli assessori regionali e provinciali ai Trasporti, i presidenti dei porti e degli interporti e gli addetti ai lavori. Al centro dell’incontro «Le linee guida del Piano Nazionale della Logistica». Dopo gli incontri di Genova, Napoli e Torino con gli operatori e le istituzioni, sono pronte, infatti, le prime linee d’intervento messe a punto dal comitato scientifico della Consulta dell’autotrasporto e della logistica, recentemente insediata dal ministro Altero Matteoli e presieduta dal sottosegretario Giachino. La Consulta avvia il confronto con Enti Locali, autorità portuali e addetti ai lavori, al fine di verificare l´impostazione e i capisaldi del nuovo Piano della Logistica che coprirà il prossimo decennio. Obiettivo del piano è quello di rendere più competitivo il sistema dei trasporti del nostro Paese, nella convinzione che la logistica,insieme al rilancio del turismo e delle esportazioni (made in Italy), ci potrà dare quella spinta in più di sviluppo, rispetto alla bassa crescita degli ultimi anni.

Preventivo trasloco, come risparmiare

Ormai abbiamo deciso. La casa dei nostri sogni è stata trovata a Roma, oppure dobbiamo cambiare sede al nostro ufficio, oppure ci sfrattano. Insomma per una causa o per un’ altra è giunto il momento di abbandonare il posto in cui abbiamo lavorato per tanto tempo, le quattro mura che sono state il nostro nido per anni, oppure quelle che abbiamo odiato per tanto tempo. Dobbiamo fare un trasloco. Visto che le spese che andremo ad affrontare nel corso dei prosimi anni sono tante (mutuo, bollette, condominio, ecc) c’è il modo per risparmiare su un preventivo trasloco?

Esiste e  qui ora vogliamo darvi una serie di consigli su come ottenere un preventivo coi fiocchi:
– Facciamo il piu’ possibile da soli: è ovvio. Se i traslocatori non devono far altro che mettere i nostri scatoloni sul forgone, accendere e partire, pagheremo molto meno, quindi cerchiamo di:
–lasciare la cucina nella vecchia casa. E’ quella che fa alzare il prezzo di un trasloco. A Roma ad esempio i traslochi chiedono non poco per smontarla e rimontarla. Non è facile, ma se ci riusciamo possiamo fare da soli. Se siete indecisi ed il valore economico della cucina non è troppo alto lasciatela lì, regalatela ai nuovi proprietari. Una cucina nuova di quelle economiche si trova anche a 1000 euro.
–smontate da soli i grossi armadi, i mobili e stoccateli in grossi scatoloni. Utilizzate delle vecchie coperte per avvolgerli, eviterete graffi accidentali. Fate anche un inventario dei pezzi che state smontando, magari attaccandoci sopra dei numeri per ricordare come andranno rimontati.
Fate trovare i vostri scatoloni, la vostra roba da traslocare al piano strada. Eviterete ai facchini di fare le scale, perdere tempo e fatica, al momento del preventivo trasloco possono farvi un ulteriore sconticino.
–E’ superfluo dirlo, ma portate meno roba possibile. Se siete indecisi se buttare o tenere sappiate che un trasloco fatto con un furgone piu’ piccolo, da 15 tonnellate per esempio, costa sensibilmente meno di altri in cui dobbiamo ricorrere a grossi mezzi di trasporto.
–Aiutate anche voi durante il trasloco. Controllerete le vostre cose e sgraverete i traslocatori di un po’ di fatica.
Traslochi Roma .

Consigli prima di fare un trasloco

Prima o poi il momento sarebbe giunto, adesso è proprio l ‘ora di prepararci per il nostro trasloco. Non sappiamo nemmeno da che parte iniziare oppure non vogliamo pensarci. La fatica è tanta, lo stress accumulato pure. Affrontare un trasloco lo sappiamo, non è facile, bisogna pianificare tutto per bene, prepararsi al distacco, impacchettare tutto, fare un inventario, da dove cominciare? Dalla base, dalle cose piu’ semplici. Individuare la ditta giusta a cui affidarsi chiedendo un preventivo trascloco. C’ è l’imbarazzo della scelta. E’ una babele. Chi scegliere? Quella con il prezzo piu’ basso? Quella che ci da piu’ fiducia? Sta a voi. In ogni caso una volta scelta la ditta di traslochi ecco una serie di consigli che ci potrebbero tornare utili per organizzarsi meglio:

Un mese prima iniziamo a raccogliere dei cartoni in cui stiveremo parte della nostra roba. Vanno bene quelli dei supermercati. Possiamo imballare libri, cd, oggetti piccoli, vestiario ecc.
Facciamo un inventario su un quaderno di tutte le cose che porteremo via e di quelle che invece sarebbe meglio lasciare nella vecchia casa.
La cucina è quella piu’ ostica da smontare e rimontare. Se non è di particolar pregio sarebbe conveniente lasciarla ad i nuovi proprietari, sempre che la vogliano, trasclocare una cucina delle volte costa piu’ che comprarne una nuova economica.
Smontiamo le cose da soli se siamo capaci e abbiamo tempo. I grandi armadi sono quelli piu’ difficili.
– Facciamo scorta di coperte vecchie se ne abbiamo, serviranno per coprire mobili, tavole, mensole e utensili vari che nel trasporto potrebbero rovinanrsi.
Attenzione agli oggetti fragili. Sempre ben impacchettati , va bene anche la carta di giornale appallottolata, e stivati in cima agli scatoloni.
Scrivete sopra gli scatoloni di cosa si tratta, farete prima a stivarli una volta arrivati nella nuova casa.

Bene, ora è tutto pronto. Avete preparato i vostri scatoloni, gli armadi sono smontati, i quadri alle pareti non ci sono piu’,  è rimasto solo il letto con il materasso, sarà l’ultima cosa che lascerete, ma la prima che porterete nella vostra nuova casa.

Prezzi dei traslochi a Roma, qualche esempio

I prezzi dei traslochi a Roma variano da azienda ad azienda e sono influenzati da una serie di fattori o da richieste del cliente. Un trasloco avrà un costo se è previsto l’imballaggio e la sistemazione degli oggetti a destinazione oppure lo smontaggio ed imballaggio dei mobili.

Se gli stessi dovranno essere depositati per un po’ di tempo prima di essere traslocati nella casa diponibile oppure no. Insomma le variabili sono tante, però qualche indicazione di massima è possibile darla.

Esempio di prezzi dei traslochi a Roma:
-trasloco Roma per Roma anche in differenti quartieri e fuori dal raccordo anulare chiavi in mano che comprende: smontaggio e montaggio mobili, imballaggio oggetti, trasporto, assicurazione vettoriale e RCT (responsabilità contro terzi). Per un appartamento di circa 100 metri quadri (composto da 2 camere, 2 bagni, salone, cucina ed ingresso) situato in un piano intermedio con accessi facili, abitato da 4 persone (quindi relativi vestiti ed oggetti personali), il costo è di circa 2mila euro. Il tempo per impiegato per un trasloco del genere è di 1-2 giorni. Il primo giorno i traslocatori lo impiegheranno per l’imballaggio di oggetti e mobili.prezzi trasloco roma
trasloco da o verso Roma da o verso un’altra città: se la distanza è inferiore ai 150-200 chilometri l’incremento medio del costo è di circa il 10% sul prezzo sopra descritto. Se la distanza è compresa fra 200 e 600 chilometri l’incremento del prezzo è del 50%.

Per una casa di 40-60 mq se i traslocatori riescono a fare tutto in una giornata con un utilizzo di un solo camion da 14 metri il prezzo è di circa 1000 euro, compreso lo smontaggio e rimontaggio dei mobili e l’imballaggio degli oggetti negli scatoloni. Ovviamente riusciremo a risparmiare qualcosa sul trasloco se l’operazione di imballaggio viene fatta da noi.

Cosa influenza il costo di un trasloco

  • quantità dei mobili da trasportare: è chiaro che traslocare il mobilio di una casa di 150 mq è differente da quello di una di 70 mq. Nel primo caso ci vuole piú tempo, piú lavoro e un camion piú grande.
  • facilità di accesso alla casa di origine e destinazione: la presenza di ascensore, di scale ampie, della possibilità di avvicinare il piú possibile il nostro camion facilitano il lavoro ed abbassano il preventivo.
  • necessità di affittare un elevatore: molto spesso è necessario utilizzare un montacarichi che dal lato strado raggiunge un balcone o le finestre della casa. Il noleggio ha un prezzo di circa 150 euro, ci sono poi le tasse da pagare per l’occupazione di suolo pubblico che nella capitale non sono pochissime;
  • imballaggi particolari: alcuni mobili sono piú preziosi di altri e necessitanti di imballaggi fatti ad hoc. Abbiamo la nostra falegnameria che può realizzare qualsiasi tipo di protezzione o box da trasporto;
  • montaggio e rimontaggio: smontare e rimontare ad esempio una cucina richiede tempo, così per gli armadi, librerie ecc. Dobbiamo tenerne conto per stilare il prezzo finale del trasloco.

Per risparmiare ancora di più sul nostro trasloco a Roma potremo noleggiare un furgone, tipo un Ducato che si guida anche con una patente B. Il costo del noleggio si aggira intorno ai 100 euro al giorno e con 5 o 6 viaggi potremo effettuare un trasloco di una casa di circa 100mq, a questo punto dovremo soltanto richiedere un servizio di facchinaggio, cliccate qui per il preventivo trasloco a Roma.

1 2